Crea sito

TRICKSTER:Le origini

Figlio degli acrobati del circo noti come i “Jesse Volanti”, il giovane Jesse James” (uno pseudonimo che utilizzò per rimpiazzare la sua vera identità, “Giovanni Giuseppe), vinse il suo problema di vertigini inventando un paio di scarpe anti-gravitazionali capace di sostenerlo mentre camminava su una corda testa in alto.

Invece di usare la sua invenzione per ottenere la fama, James preferì seguire le orme del criminale e divenne un criminale mascherato di nome Trickster. In qualità di membro fondatore dei nemici di Flash, Trickster ha combattuto con diversi velocisti nella sua carriera criminale ed è riuscito ad uccidere assieme al PifferarioBart Allen, venuto dal XXX secolo e foglio di Melony Thawne e Don Allen.

Dopo essere stati presenti in segreto al funerale di Bart, il Pifferaio e Trickster furono catturati da Deadshot (Floyd Lawton)  e Multiplex (Danton Black)  e furono ammanettati insieme con manette che sarebbero esplose al minimo tentativo d’evasione, e separati da una catena egualmente protetta di circa due metri. Riuscirono a fuggire dai loro catturatori, ma sfortunatamente rimasero collegati dato che continuarono le loro vite in fuga. Si fecero strada fino a Gotham dove gli fu dato parziale asilo dal Pinguino, che però contattò l’F.B.I. per la ricompensa. Il duo quindi riuscì a fuggire dalla Suicide Squad solo per farsi catturare da Batwoman (Kate Kane) e la nuova The Question (Rene Montoya).

Il Pifferaio e Trickster subito cominciarono a supplicare e dire ai due eroi che non erano responsabili personalmente della morte di Bart Allen. Batwoman ignorò le loro parole, ed era molto più propensa a punire i due criminali per la morte di Flash. Question, tuttavia, fu pronta ad ascoltarli, al cui punto, il Pifferaio mise in scena uno spettacolo di marionette al fine di spiegare la loro versione dei fatti, utilizzando pupazzi rappresentanti lui e Flash. Batwoman si infuriò per la mancanza di rispetto mostrata da Trickster, e gli diede un pugno, spezzandogli il naso. Question però, credette alla loro storia, dicendo che i due “non potevano ammazzare il tempo” e così li lasciarono liberi. Quando Batwoman domandò cosa ne veniva di buono nel lasciarli andare, Montoya affermò che il suo passato come detective della polizia le insegnò a riconoscere dei veri assassini.

Nella serie tv CW The Flash, il personaggio è stato raffigurato come un personaggio sociopatico senza morale e amante della violenza. Il personaggio cartaceo è tutt’altro che come viene raffigurato nella serie

Abilità:

La letale borsa dei trucchi di Trickster comprende le sue scarpe per camminare in aria e molte trappole, tra cui polli di gomma esplosivi e yo-yo affilati come rasoli.

Bibliografia essenziale:

  • The Flash: Rogue War
  • Countdown
  • Flash: The fatest man alive
(Visited 27 times, 1 visits today)
Pasquale Rasoli

Pasquale Rasoli

Nato a Cosenza il 20 Giugno dell’85 e residente a Genova da 26 anni. Con i fumetti ho imparato a leggere. Tutto è cominciato da lì. Sfogliando i vecchi fumetti della collana Oscar Mondadori, dedicati a personaggi dei fumetti degli anni ’50 e ho cominciato ad appassionarmi sin da subito allo stile del compianto Mort Walker. Crescendo, la passione per i fumetti mi ha spinto a conoscere sempre piu’ generi. Avrò avuto circa dieci anni, quando ho sfogliato il mio primo fumetto su Plastic Man della DC Comics, Tex della Sergio Bonelli Editore e il manga Go Ga Sha-Le Storie di Go Nagai. Generi e stili completamente diversi che mi hanno appassionato nel corso degli anni, e che continuano ad appassionarmi. La passione, sopratutto per il genere supereroistico americano della DC Comics e per i manga, mi hanno portato a trasmettere le mie conoscenze tramite riviste, introduzioni di fumetti, social network e le varie piattaforme web.