Crea sito

Samuel Stern #6-Valery:recensione

Ciao a tutti!

Scrivo questa recensione del numero 6 di Samuel Stern, intitolato Valery, quasi di getto, avendo letto l’ albo solo poche ore fa. Si tratta, mio avviso, della migliore delle sei storie pubblicate finora.

Vediamo come si svolge la vicenda.

TRAMA (con Spoiler)

La vicenda inizia col protagonista che, assieme all’amico Padre Duncan, libera dal suo demone personale una ragazza, la Valery del titolo.

Eseguito il rito esorcistico, i nostri due eroi lasciano la ragazza esausta e riprendono il loro tran tran quotidiano.

A questo punto la vicenda si focalizza su Valery che diventa la vera protagonista dell’albo.

La ragazza, sola al mondo, insignificante più che bruttina, decide di dare una svolta alla propria vita e inizia a tenere traccia di ciò che le accade su un diario, raccontando il suo sentirsi vuota dopo che il demone che la possedeva è stato scacciato.

Casualmente incontra Samuel Stern e riesce a combinare una serata con lui; va tutto bene ma quando sta per offrirsi timidamente al nostro, lui, con tutta la gentilezza e il tatto possibili, respinge ogni possibilità di andare oltre la semplice amicizia.

Il mondo, con tutte le possibilità che sembravano dischiudersi alla ragazza, crollano come un castello di carte.

Trascorre un po’ di tempo, durante il quale Valery comincia a pedinare Samuel, sviluppando una malsana gelosia nei confronti di Penny, amica di Samuel.

Qui le tavole di Riccardo Randazzo rendono bene lo sprofondare della ragazza nella sua ossessione per Samuel.

Dopo una squallida notte trascorsa con un avventore abituale del locale in cui lavora, Valery affronta Samuel chiedendogli di aiutarla, perché sente che il demone sta ritornando in lei; Samuel le spiega che non è possibile e a questo punto Valery fugge accusandolo di averle rovinato la vita.

A questo punto avviene il cambio di marcia della storia, Samuel e Padre Duncan vengono convocati dai genitori di Terry, un adolescente problematico i cui genitori sospettano sia posseduto.

Inizialmente Samuel non riscontra in Terry tracce di possessione, ma decide di proseguire l’indagine sul ragazzo. Ora Valery ha un nuovo ostacolo fra sé e Samuel, il ragazzo, e la ossessione si concentra su di lui.

Decide di rapirlo ma durante il rapimento, il demone che effettivamente possiede il ragazzo emerge e fa un patto con Valery: lei lo aiuterà a sbarazzarsi di Samuel e lui entrerà in lei colmando il vuoto lasciato in Valery dal precedente “inquilino”.

Dopo una rapide indagine, in cui si scopre che Terry ha iniziato a sviluppare il proprio demone quando ha saputo di avere avuto un fratello gemello morto al momento del parto, Samuel e Padre Duncan raggiungono i due fuggitivi e avviene lo scontro finale. Il demone di Terry si materializza e prima di essere scacciato uccide Valery.

La storia si conclude con le parole di Valery scritte sul proprio diario in cui si abbandona al proprio sogno d’amore con Samuel Stern.

CONSIDERAZIONI

Uno dei temi principali della storia è la domanda che si pone Samuel Stern: cosa succede alle persone che si liberano dal loro demone? Qui abbiamo un caso in cui possiamo vederlo. L’altro tema è la battaglia di un essere umano, Valery, contro la propria solitudine e la ricerca della propria completezza, che viene percepita mancante dopo l’esorcismo, assieme ad un’altra persona.

Grazie a questa ricerca, il punto di vista della storia si sposta su Valery che ne è la vera protagonista, elemento di novità rispetto alle precedenti avventure di S.S., elemento che ho apprezzato molto, grazie anche alle tavole di Randazzo che mostrano l’evoluzione del personaggio e dei suoi stati d’animo nel corso della storia.E poi la parte finale, con l’introduzione di Terry e il relativo colpo di scena nel finale.

A costo di ripetermi si tratta dell’episodio migliore finora pubblicato. Cercatelo, credo sia distribuito anche in edicola, leggetelo, non ve ne pentirete, e date una possibilità a Samuel Stern.

(Visited 43 times, 1 visits today)

Samuel Stern 6: Valery

8.2

SCENEGGIATURA

9.0/10

DISEGNI

8.0/10

CURA EDITORIALE

7.5/10