Crea sito

Batman ha ucciso nei fumetti? SFATIAMO la LEGGENDA di Batman killer

Internet, piena di misteri, piena di informazioni e piena di bufale: bufale che purtroppo alimentano disinformazione e che rendono gli uomini incapaci di verificare se la notizia sia veritiera oppure no.

Se la politica, la scienza e le notizie dal mondo vengono toccate e modificate, non pensate che la nona arte venga purtroppo risparmiata.

Spulciando in rete, ho trovato diverse notizie false che ritraggono il Cavaliere Oscuro come un assassino, con tanto di scan per mostrare “gli omicidi” di Batman, e generalmente vengono alimentate da youtuber disinformati ma purtroppo molto seguiti.

Uno youtube posta un video, un blogger un articolo…e tanti altri seguono a ripetizione copiandone i contenuti purtroppo sbagliati.

A creare ancora più disinformazione, è entrato in campo il regista Zack Snyder, che dopo la proiezione di Batman v Superman dove ha mostrato un batman aggressivo, violento e che non si fa scrupoli..alimentando l’idea che batman abbia ucciso anche nei fumetti sopratutto alle origini e nel Il ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller, dove teoricamente il regista dice di essersi ispirato per la creazione del film.

Noi di Speedforcenerd.it oggi sfatiamo queste leggende prendendo tutte le scan e notizie che girano in rete e analizzandole tutte.

BATMAN ALL’INIZIO INDOSSA UNA PISTOLA E LA USA PER UCCIDERE?

Spesso si trova questa tavola in rete, Batman con indosso il vecchio e storico costume impugnando una pistola..oppure una seconda tavola in cui lo si vede sparare.. Ma quindi usa le armi?

NO!O meglio, era il 1939, dopo il grande successo di Superman (Nembo Kid), Bob Kane creò il primo Batman, completamente differente da quello che conosciamo (come potete vedere in questo nostro articolo cliccando qui Il primo Batman era completamente differente..), successivamente, grazie a Bill Finger, Batman prese le sembianze di quello che conosciamo ora.

Ma era giusto il ’39, erano i primi supereroi e le armi facevano da sfondo quasi sempre e il primo Batman non era da meno.

Questa tavola e quella in cui si vede sparare Batman, proviene dalla storia BATMAN INCONTRA IL DOTTOR DEATH, e si vede chiaramente Batman che minaccia i sicari di Dr. Death impugnando la pistola e disarmando uno di loro, ma non uccidendo proprio nessuno. Anzi, successivamente, lui stesso verrà ferito da Jabah (guardia del corpo del dottore) ad una spalla e sarà costretto a scappare.

C’è un altra tavola nella successiva storia, sempre di Batman #1,in cui un uomo cattivo sta fuggendo e Batman si tuffa su di lui con un aereo e mitragliatrici”. “E Batman ha dei dialoghi in quel pannello che dicono” Odio farlo, ma è necessario”..molti blogger e youtuber hanno pensato, senza leggere la storia, che Batman citasse queste parole perchè stava cercando di ucciderlo, invece la frase era riferita al fatto che usasse le armi e anche li non uccise il malvivente, infatti sparò davanti al criminale in modo da fermarlo, cosa che si verificò, ed insieme poi aspettarono la polizia.

BATMAN HA USATO UNA MITRAGLIATRICE?

Altra tavola spesso usata dagli youtuber e dai vari responsabili di siti “nerd”, in cui si vede il primo Ragazzo Meraviglia Robin ricaricare un mitragliatore a Batman. La tavola proviene dalla storia BATMAN CON ROBIN IL RAGAZZO MERAVIGLIA: ASSO IL BATCANE, in cui Batman prova semplicemente un mitragliatore dell’esercito contro un muro, dopo essere andato a portare un cane pastore tedesco sperduto in una caserma dell’esercito. Successivamente, quel cane, senza un padrone, diventò Asso, il cane di Batman e Robin…indossava persino una mascherina:-)

MA IN BATMAN ANNO DUE USA LA PISTOLA?

Batman: Anno Due..storia in cui Batman decide di cambiare i propri metodi, recuperando da un cassetto la pistola con cui anni prima erano stati uccisi i suoi genitori e iniziando ad usarla.

Storia interessante di Mike W.Barr, ma facente parte degli elseworlds, ovvero storie alternative completamente fuori dalla continuity classica.

IL BATMAN DEL RITORNO DEL CAVALIERE OSCURO UCCIDE?

Eccoci arrivati all’opera di Frank Miller, quella che il regista Zack Snyder dice di essersi ispirato per il suo film.

Partiamo col dire che non solo è un elseworlds e quindi non facente della continuity, ma si svolge su Terra 31, quindi con un Batman di una terra alternativa.

Usato tantissimo come volume dagli snyder fan, e dagli youtuber e dai siti “nerd”che identificano quest’opera come la massima fonte d’ispirazione per il film Batman VS Superman, giustificando gli omicidi di Batman del film come “emulazione” del Batman di quest’opera.

Ma, evidentemente, pochi hanno letto con attenzione il volume, perchè anche se si tratta di un elseworlds e di un Batman alternativo..anche lui non uccide proprio nessuno.

Come potete notare dalle tavole sotto, lo stesso Batman afferma che usa esclusivamente pallottole di gomma, e anche nelle tavole precedenti in cui si vede Batman utilizzare le armi dei mutanti, lo si vede solo spavnetare il criminale, nonostante usi un mitragliatore.

Anche durante lo scontro definitivo contro il Joker, molti “fan” sostengono che la morte sia dovuta per mano di Batman, ma è sempre più evidente che non abbiano letto con attenzione il fumetto, poichè lo stesso Joker si suicida, affermando proprio che anche adesso, nello loro scontro finale, Batman non ha avuto coraggio di ucciderlo.

BATMAN CERCA DI UCCIDERE DARKSEID?

Darkseid è uno dei villain più potenti che esistano nell’universo DC Comics, ed è in generale tra i più potenti personaggi DC (se siete curiosi di sapere gli altri, cliccate qui I 24 PERSONAGGI PIU’ POTENTI DELL’UNIVERSO DC), e spesso viene usato come esempio per il fatto che Batman abbia cercato di ucciderlo.

L’opera in questione è Crisi Finale di Grant Morrison, in cui il potentissimo signore di Apokolips sconvolge completamente l’universo DC.

Batman per fermarlo userà un proiettile temporale avvelenato dal Radion (unica sostanza letale per gli Dei), cosa che alla fine riculetà inutile.

BATMAN IN FLASHPOINT UCCIDE

Purtroppo, spesso mi è capitato di leggere questa affermazione in diversi siti, Batman in flashpoint uccide…allora mi sorge, in modo costante, una domanda..ma i fumetti li avete mai letti?

La stupenda miniserie in questione è Flashpoint di Geoff Johns, in cui il supereroe dal cuore puro Barry Allen, alias il velocista scarlatto The Flash, viaggia nel tempo per salvare la madre dalle morte modificando la linea temporale.

In questa linea temporale, Barry incontra Batman che non è altro che Thomas Wayne, il padre di Bruce. In questa linea, ad essere stati uccisi non sono stati i genitori di Bruce, pensì lo stesso Bruce e la madre.

Questo Batman usa armi e uccide senza farsi scrupoli.

BATMAN HA FATTO MORIRE KGBEAST RINCHIUDENDOLO?

Ennesima scan postata a caso dagli youtuber, in cui KgBeast, in Batman:Le Dieci Notti della Bestia, viene lasciato morire dentro una porta sigillata..ennesima bufala, poichè in  Batman: Anno Tre verrà rivelato che, dopo averlo bloccato, Batman ha contattato la GCPD.

Con questo, concludo l’articolo, spero che l’abbiate trovato interessante ma sopratutto formativo, a volte basterebbe leggere le notizie da fonti certe (giornali reali, fumetti ecc..), anzichè basarsi su youtuber, pagine di instagram e tanto altro.. e come facciamo a capire chi ne sa e chi no? chiederete voi..semplice, un lettore lo si vede sin da subito, da semplici piccole domande difficili da trovare su google, che potete fargli..ad esempio piccoli dettagli di alcune storie.

(Visited 219 times, 1 visits today)
Pasquale Rasoli

Pasquale Rasoli

Nato a Cosenza il 20 Giugno dell’85 e residente a Genova da 26 anni. Con i fumetti ho imparato a leggere. Tutto è cominciato da lì. Sfogliando i vecchi fumetti della collana Oscar Mondadori, dedicati a personaggi dei fumetti degli anni ’50 e ho cominciato ad appassionarmi sin da subito allo stile del compianto Mort Walker. Crescendo, la passione per i fumetti mi ha spinto a conoscere sempre piu’ generi. Avrò avuto circa dieci anni, quando ho sfogliato il mio primo fumetto su Plastic Man della DC Comics, Tex della Sergio Bonelli Editore e il manga Go Ga Sha-Le Storie di Go Nagai. Generi e stili completamente diversi che mi hanno appassionato nel corso degli anni, e che continuano ad appassionarmi. La passione, sopratutto per il genere supereroistico americano della DC Comics e per i manga, mi hanno portato a trasmettere le mie conoscenze tramite riviste, introduzioni di fumetti, social network e le varie piattaforme web.