Crea sito

Albi del Falco-Nembo Kid #57 (1965)

Siamo nel 1965, quando in Italia la DC Comics in Italia ci veniva offerta sugli Albi del Falco a partire dal 1954 e conclusa nel 1970.

Quando il personaggio di Superman è quasi sempre presente con il nome di Nembo Kid e privato della lettera “S” sul torace fino al 1966 e col nome originale solo nel 1970. Questo creò non pochi problemi ai traduttori ed ai grafici italiani, costretti a minuziosi lavori di correzione su copertine e vignette, per eliminare la S dal petto e dal mantello, che in tal modo riportavano solo uno scudo vuoto (che nei primi albi era rosso, dal n. 19 diventò giallo).

In questo volume vediamo il nostro supereroe in cinque storie diverse, la prima intitolata  “Come Clark Kent diventò giornalista”, vediamo il nostro amato uomo d’acciaio Nembo Kid cercare di trovare un lavoro come Clark Kent.Tra autista dei taxi, guardia in un acquario, piazzista di aspirapolvere..vedremo Nembo Kid goffo e impacciato alle prese con una vita civile tutt’altro che facile per lui. L’alternarsi tra la sua vita da eroe e quella da Kent renderanno la sua vita ancora più difficile.

Ma l’occasione si presenta, quando durante uno dei suoi lavoretti, Clark incontrerà Perry White (sarà suo cliente quando Clark sarà un autista dei taxi), direttore della testata giornalista del Daily Planet.

White racconterà la vita meravigliosa del giornalista a Clark e lui ne rimarrà talmente affascinato da prendere in considerazione l’idea di diventare un giornalista. Dopo aver sventato un furto come Nembo Kid, Clark ne scriverà un articolo raccontando di essere amico dell’eroe e così riuscirà ad entrare nel Daily Planet.

Secondo la mitologia greca, Giove diede a Pandora un vaso contenente tutti i mali del mondo…Chi, se non Jimmy Olsen, avrebbe potuto far diventare realtà la laggenda? E’ così che questa seconda storia intitolata “Lo scrigno di Pandora” inzia.

Il nostro Jimmy Olsen ha accompagnato il Professor Lang e sua figlia Lana in Grecia per ispezionare degli scavi archeologici a cui il professore lavorava da anni: ed è li che Jimmy troverà uno scrigno che aprirà liberandone i demoni.Finalmente liberi, i demoni cominceranno a portare scompiglio sulla Terra sfruttando il corpo del nostro Nembo Kid di cui si sono impossessati.

Tra colpi di scena e momenti ricchi di humour, Jimmy scoprirà che tutto ciò che ha vissuto, dalla liberazione dei demoni alla possessione di Nembo Kid, sono tutto frutto della sua mente, le pietre contenute nello scrigno di origine vulcanica hanno influenzato la mente di Olsen portandolo ad una fantasia scaturita dalle sue paure.

Luisa Lane è gelosa da anni di Lana Lang, perchè la giovane telecronista conosceva Nembo Kid già a Smallville, ma un giorno scopre che la sua gelosia aveva sbagliato indirizzo: perchè nel cuore di Nembo Kid c’è Lidia Lawrence.

E’ così che si apre la terza storia “Un’altra L.L.“, tra intrighi, gelosie e intrecci amorosi, questa storia si allontana completamente da ciò che conosciamo di Nembo Kid. Lo abbiamo notato tutti, anche i non appassionati di comics ma che hanno visto la famosa serie Smallville anni fa: la vita di Superman gira intorno a persone con le iniziali L.L. e persino lui ne è rimasto un attimo sconvolto una volta realizzata questa assurda coincidenza.

La quarta storia “Luthor e gli Ultra-Eroi” è sicuramente la più interessante delle cinque, nel trentesimo secolo, in una lontana galassia, esiste il pianeta Khann, abitato esclusivamente da malfattori e guidati da Lex Luthor.Luthor con lo scopo di impadronirsi della tecnologia del futuro, sopratutto di quella della Legione degli Ultra-Eroi era riuscito a costruire una capsula in grado di comunicare con la forma futuristica intellettualmente inferiore da così poterli soggiogare e farsi catapultare nel futuro.

Arrivato nel futuro, Luthor riesce non solo ad impadronirsi delle più potenti armi mai progettate, ma anche a rinchiudere la Legione degli Ultra-Eroi nella zona fantasma.Ma grazie a Braniac 5, l’unico riuscito a fuggire dalla dimensione fantasma e a Mon-El, un eroe del pianeta Daxam, fatto arrivare in quell’epoca, che Brainiac 5 riesce a liberare la Legione degli Ultra-Eroi e a sconfiggere Luthor.

Nella quinta storia “L’Uomo Cavalletta” vedremo impegnati Batman e il primo Robin (Dick Grayson) cercare di tenere a bada un criminale tutt’altro che facile da sconfiggere e catturare: L’uomo Cavalletta.

Questo insolito personaggio, dall’incredibile agilità e dalle abilità come contorsionista, si dimostra sin da subito un ladro eccezionale, riuscendo a farla più volte ai nostri eroi e a rubargli sotto il naso oggetti inestimabili e di grosse dimensioni.Il nostro abile ladro riuscirà persino a rubare al Cavaliere Oscuro la sua amata batmobile e diversi suoi mezzi di trasporto per la lotta al crimine.Tra inseguimenti, scontri a fuoco e esplosioni, degne di un film d’azione, questa storia ci regala, nonostante i tempi, allegria e suspence; e le abilità investigative del nostro eroe fanno da perno ad una delle storie più simpatiche e intriganti degli anni ’60 dedicate a Batman.

(Visited 52 times, 1 visits today)
Pasquale Rasoli

Pasquale Rasoli

Nato a Cosenza il 20 Giugno dell’85 e residente a Genova da 26 anni. Con i fumetti ho imparato a leggere. Tutto è cominciato da lì. Sfogliando i vecchi fumetti della collana Oscar Mondadori, dedicati a personaggi dei fumetti degli anni ’50 e ho cominciato ad appassionarmi sin da subito allo stile del compianto Mort Walker. Crescendo, la passione per i fumetti mi ha spinto a conoscere sempre piu’ generi. Avrò avuto circa dieci anni, quando ho sfogliato il mio primo fumetto su Plastic Man della DC Comics, Tex della Sergio Bonelli Editore e il manga Go Ga Sha-Le Storie di Go Nagai. Generi e stili completamente diversi che mi hanno appassionato nel corso degli anni, e che continuano ad appassionarmi. La passione, sopratutto per il genere supereroistico americano della DC Comics e per i manga, mi hanno portato a trasmettere le mie conoscenze tramite riviste, introduzioni di fumetti, social network e le varie piattaforme web.