Crea sito

La storia di Donkey Kong

Donkey Kong, gioco originariamente pubblicato nel 1981 dalla giapponese Nintendo Company Ltd., ha generato un popolare franchise che ha contribuito a dare l’inizio  alla rivoluzione dei videogiochi degli anni ’80.

L’arcade ha segnato la prima apparizione di Donkey Kong, una scimmia infuriata che faceva rotolre  barili su una serie di platform, e Jumpman, meglio conosciuto come Mario di Mario Brothers dopo l’introduzione della console Nintendo per il gioco casalingo.

Donkey Kong ha generato più sequel, inclusa la serie acclamata dalla critica Donkey Kong Country, e ha ispirato uno show televisivo di cartoni animati e un documentario.

L’originale Donkey Kong presentava una premessa molto semplice. Gli utenti giocavano come Jumpman e in ogni livello dovevano salvare Pauline, un personaggio femminile vestito di rosa, dalla scimmia gigante Donkey Kong.

Utilizzando salti tempestivi e abilità di scalata, i giocatori hanno navigato in una vasta serie di livelli, utilizzando potenziamenti a martello per distruggere oggetti e raccogliendo oggetti bonus lungo la strada per ottenere punti aggiuntivi.

Donkey Kong è stato costantemente elogiato per essere uno dei giochi più impegnativi della sua epoca e ha segnato il debutto del genere dei giochi platform.

A causa di un problema tecnico di programmazione, il gioco non ha una fine ufficiale.

Il timer del 22 ° livello è troppo breve perché il livello possa essere completato, quindi, quando il tempo scade, il display e il gioco terminano, aggiungendosi alla bizzarra mistica di Donkey Kong.

Nella serie Donkey Kong Country sulla console SNES (Super Nintendo), gli utenti giocano nei panni di un Kong molto più amichevole e del suo compagno, Diddy Kong, in un’;avventura per recuperare le banane rubate da un nemico rettiliano, King K. Rool.

Donkey Kong Country è stato una ventata di freschezza, in quel 1994, sia per l’aspetto grafico che per la tipologia di gioco: spiagge di Kong Island, boss fight, sessioni a cavallo di animali vari e la possibilità di giocare in cooperativa così come di passare in un istante dal controllare Donkey Kong ad impersonare Diddy Kong.

Vennero prodotti anche altri due sequel per la serie Donkey Kong Country, con la possibilità di utilizzare anche altri personaggi oltre Kong e con una possibilità cooperativa migliorata (i gamer potevano utilizzare ben quattro personaggi).

Successivamente, Kong e i suoi amici vennero sbattuti a destra e a manca, fra capitoli mal poco riusciti, decine e decine di spin-off, apparizioni in diversi giochi come nella popolare serie di Mario Kart di Nintendo, in cui Donkey Kong è anche personaggio giocabile.

Fu prodotto anche un documentario sullo scimmione più amato dai gamer, King of Kong: A Fistful of Quarters (2007), diretto da Seth Gordon, che segue la ricerca di due uomini per ottenere e mantenere il punteggio più alto  nel gioco di Donkey Kong.

(Visited 61 times, 1 visits today)
Biagio Scaglia

Biagio Scaglia

Biagio. Sono proprio io, nato nel 2004 e cresciuto a pane e videogiochi. Il mio genere preferito sono i platform e i role-play game (rpg). La mia prima console è stata di casa SEGA, un Sega Saturn dove giocavo sempre con mio padre. Adesso, mi occupo di scrivere articoli e recensioni su di loro. Come avrete capito, sono un amante del retrogame.